Comune di Gradisca d'Isonzo

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Il tuo percorso: Ti trovi qui: Comune di Gradisca d'Isonzo > Notizia

CONTRIBUTI “ORDINARI” ANNO 2018 A FAVORE DELLE ASSOCIAZIONI CITTADINE

mercoledì 31, ottobre 2018

LE DOMANDE DOVRANNO ESSERE PRESENTATE ENTRO LE ORE 17.30 DEL 31.10.2018

 

Si comunica che l'Amministrazione Comunale ha individuato le risorse per il procedimento dei contributi "ordinari" 2018 a favore delle Associazioni cittadine.

Le richieste di contributo ordinario da parte delle Associazioni dovranno essere presentate all'Ufficio Protocollo del Comune di Gradisca d'Isonzo entro le ore 17.30 del giorno 31 ottobre 2018, pena l'esclusione al procedimento.

Si indicano di seguito gli elementi essenziali del procedimento, stabiliti dal “Regolamento comunale per la concessione di contributi e del patrocinio alle associazioni e ad enti pubblici e privati”:

- le istanze di contributo dovranno essere inoltrate, entro le ore 17.30 del 31.10.2018, utilizzando il modello allegato appositamente predisposto, con apposta marca da bollo da € 16,00.-, salvo eventuali esenzioni previste ai sensi del DPR 642/1972, e dovranno inoltre essere corredate dalla documentazione nello stesso indicata e di seguito specificata:

- BILANCIO DI PREVISIONE riferito all’anno 2018, sottoscritto dal Presidente o Rappresentante legale;
- CONTO CONSUNTIVO dell’anno 2017, sottoscritto dal Presidente o Rappresentante legale;
- RELAZIONE ILLUSTRATIVA sull’attività programmata/realizzata nell’anno 2018, contenente la sommaria descrizione del materiale da acquistare/acquistato e delle spese da sostenere/sostenuto per l’attività sociale;
- Copia dello Statuto e/o dell’Atto costitutivo, debitamente registrati (documentazione non necessaria se già precedentemente presentata al Comune).

SOGGETTI BENEFICIARI:

Possono accedere ai contributi purché abbiano sede nel territorio comunale:

a) associazioni, comitati, gruppi aventi finalità ed interessi di carattere culturale, ambientale, turistico, promozionale, sportivo, ricreativo, solidaristico, cooperativo.

b) enti pubblici e privati, cooperative, fondazioni o altre istituzioni di carattere privato comunque dotate di personalità giuridica.

Sono comunque escluse dal contributo annuo le Associazioni che non sono costituite e il cui atto costitutivo o statuto non è stato registrato almeno nel corso del primo semestre dell’anno solare precedente a quello per il quale si chiede il contributo.

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DELL’ATTIVITA’

Nella relazione illustrativa sull’attività programmata o svolta nel 2018 dovranno essere indicate le iniziative, manifestazioni, gli spettacoli, intrattenimenti, le mostre, i corsi, le rassegne, etc., inerenti all’attività istituzionale dell’associazione, per la cui realizzazione si richiede il contributo del Comune a parziale finanziamento delle spese da sostenere.

Tutte le manifestazioni, spettacoli, incontri, etc., inseriti nel programma delle attività del 2018, non potranno però formare oggetto di separata e specifica richiesta di contributo.

RENDICONTAZIONE

I beneficiari degli eventuali contributi saranno tenuti a presentare, entro il 31 gennaio 2019 o, nelle more dell’approvazione del consuntivo da parte degli organi sociali, entro un diverso termine da concordarsi dietro presentazione di apposita domanda, una relazione illustrativa dell’attività svolta nel 2018, corredata dal bilancio consuntivo regolarmente approvato dagli organi sociali (o comunque sottoscritto dal presidente o legale rappresentante con assunzione di responsabilità in ordine a quanto ivi dichiarato) e dalle copie di fatture, note spese, ricevute o altri giustificativi di spesa in regola con la normativa fiscale, debitamente quietanzati dall’emittente mediante apposizione di timbro e firma leggibile.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ritenute ammissibili a contributo solo le spese che risultano necessarie o comunque giustificabili per lo svolgimento dell’attività istituzionale dell’associazione e/o ente quali:

-  spese per pubblicazioni, foto;
-  spese di rappresentanza (targhe, medaglie, etc.);
-  canoni versati anche al Comune per utilizzo di impianti sportivi, sale riunioni, sala civica, teatro o altri locali;
-  spese per acquisto di vestiario, materiale necessario per l’espletamento dell’attività istituzionale;
- tasse varie (SIAE, imposta di pubblicità, diritti sulle pubbliche affissioni, tributi inerenti all’esercizio dell’attività dell’associazione/ente, etc.);
-  spese inerenti alla stipulazione di contratti di assicurazione;
-  iscrizioni a Federazioni, campionati, affiliazioni;
-  spese postali, di cancelleria, per acquisto di valori bollati, di vitto, alloggio, viaggio, telefoniche, purché documentate mediante fatture o ricevute fiscali intestate all’associazione/ente e risulti da una dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante, che trattasi di spese effettivamente sostenute per il sostegno dell’attività istituzionale;
-  spese per l’acquisto di beni strumentali, purché strettamente necessari per lo specifico tipo di attività svolta, riservandosi il Comune la facoltà di verificare la congruenza con la finalità istituzionale.