IUC – IMPOSTA COMUNALE UNICA 2019

Con delibere del consiglio comunale n. 4 e n. 5 del 28.02.2019  sono state approvate le aliquote valide per l’anno 2019 per i tributi di competenza comunale (TASI e IMU):  non sono stati apportati aumenti, confermando le aliquote in vigore. E' disponibile il calcolatore IMU-TASI aggiornato per l'anno in corso.

Inoltre, con Delibera del Consiglio Comunale n. 6 del 28.02.2019 sono stati esaminati il Piano Finanziario, le tariffe e le agevolazioni per la Tassa sui Rifiuti (TARI) per l’anno 2019.

REGOLAMENTO IUC 2019

Informiamo che il Consiglio Comunale, con delibera n. 7 del 28.02.2019, ha approvato le modifiche al Regolamento di disciplina dell'Imposta Unica Comunale (IUC) per la componente TARI.

 

TARI 2019

Si informa che dal 1° gennaio 2019 la tassa rifiuti (TARI) verrà gestita da ISONTINA AMBIENTE.

Pertanto per tutte le comunicazioni e/o informazioni relative al Tributo ci si dovrà rivolgere direttamente agli sportelli di ISONTINA AMBIENTE:

 

Si comunica che a partire dal 01.04.2019 è attivo il nuovo sportello aziendale:

 

GRADISCA D'ISONZO -via della Campagnola 1

- lunedì e giovedì dalle 14.30 alle 16.30
- martedì dalle 9.00 alle 12.30

 

Lo sportello gradiscano va ad aggiungersi agli sportelli aziendali già operativi e siti a:

 

RONCHI DEI LEGIONARI - via Cau de Mezo 10
- lunedì e mercoledì dalle 14.30 alle 16.30
- giovedì dalle 9.00 alle 12.30


GORIZIA - via Mazzini 4C
lunedì e venerdì dalle 9.00 alle 12.30
martedì e giovedì dalle 14.30 alle 16.30

 

ROMANS D'ISONZO - via La Centa 6
mercoledì dalle 16.00 alle 17.30 *
*esclusivamente nelle giornate del 10 aprile 2019, 24 aprile 2019, 15 maggio 2019, 19 giugno 2019 e 17 luglio 2019.


Pertanto tutte le operazioni strettamente connesse con la raccolta dei rifiuti (iscrizione, variazione e cancellazione TARI, consegna e ritiro contenitori taggati per la raccolta differenziata) dovranno essere effettuate presso i suddetti sportelli.

INFORMAZIONE AI CONTRIBUENTI

Informiamo che l’Ufficio Tributi per IMU TASI rimarrà APERTO il giorno LUNEDI' 17 GIUGNO 2019 con orario 10.30 - 12.30

IUC – IMPOSTA COMUNALE UNICA 2018

Con delibere del consiglio comunale n. 4 e n. 5 del 07.03.2018  sono state approvate le aliquote valide per l’anno 2018 per i tributi di competenza comunale (IMU e TASI):  non sono stati apportati aumenti, confermando le aliquote in vigore

Con Delibera del Consiglio Comunale n. 6 del 07.03.2018 sono stati esaminati il Piano Finanziario, le tariffe e le agevolazioni per la Tassa sui Rifiuti (TARI) per l’anno 2018.

 

INFORMATIVA IUC 2018 / Portale del Cittadino

Gent. le Contribuente,

informiamo che continua, anche per l’anno 2018, il servizio di invio dei modelli F24 precompilati IMU e TASI da parte del Comune. L’invio è rivolto ai soggetti che hanno una situazione catastale certa e il loro versamento 2017 corrisponde esattamente con quanto dovuto.

Inoltre, al servizio PORTALE DEL CITTADINO potrà accedere indicando "Comune di Gradisca d'Isonzo" ed inserendo successivamente il Suo codice fiscale: troverà la situazione risultante dagli archivi forniti dall’Agenzia delle Entrate – Sezione Territorio, e, dove possibile, bonificati da parte dell’Ufficio Tributi.

Le ricordiamo che tali dati sono modificabili per ottenere un nuovo modello F24 ma non sarà possibile dare comunicazione all’Ente dell’incongruenza dei dati direttamente dal portale: ogni segnalazione potrà essere fatta personalmente, o tramite e-mail all’Ufficio Tributi.

 

COMUNICATO DEL 21/11/2017 SUL CALCOLO DELLA TASSA RIFIUTI (TARI)

In relazione alle notizie apparse sulla stampa nazionale, su eventuali errori di calcolo per la Tassa Rifiuti (TARI), si informa che nel Comune di Gradisca d’Isonzo, la TARI è stata applicata correttamente.

In particolare, per le utenze domestiche, il calcolo viene effettuato moltiplicando la “quota fissa” della tassa per la superficie complessiva (somma della superficie dell’abitazione e di quella di eventuali pertinenze quali garage, cantine, ecc.) aggiungendo una sola volta al risultato così ottenuto la “parte variabile” della tassa che è rapportata alla composizione del nucleo familiare.

INFORMATIVA IUC 2017

IUC – IMPOSTA COMUNALE UNICA 2017

Si comunica che:

Con delibere del consiglio comunale n. 4 e n. 7 del 31.03.2017, sono state approvate le aliquote valide per l’anno 2017 per i tributi di competenza comunale (IMU e TASI): ai sensi di quanto previsto dalla legge 232/2016 (legge di bilancio 2017), non sono stati apportati aumenti, confermando le aliquote in vigore nel 2016;

Con Delibera del Consiglio Comunale n. 8 del 31.03.2017 sono stati esaminati il Piano Finanziario, le tariffe e le agevolazioni per la Tassa sui Rifiuti (TARI) per l’anno 2017;

Infine, la Delibera del Consiglio Comunale n. 5 del 31.03.2017 ha approvato alcune modifiche al Regolamento di disciplina dell’Imposta Comunale Unica (IUC) per quanto riguarda la componente TARI.

 

Attribuzione valori unitari delle aree fabbricabili ubicate sul territorio comunale ai fini dell'imposta unica comunale (IUC).

Si informano i Contribuenti che con Delibera della Giunta Comunale n. 119 del 22/06/2016 (ad integrazione e modifica della precedente GDG n. 115 del 15.06.2016) sono stati parzialmente rettificati ed attribuiti i valori unitari per le aree fabbricabili ubicate sul territorio comunale ai fini dell'imposta unica comunale (IUC) per l'anno 2016 e seguenti.

NOVITA' INTRODOTTE DALLA LEGGE DI STABILITA' 2016

I tributi comunali hanno subito importanti variazioni per effetto della Legge di Stabilità 2016 (Legge 28 dicembre 2015, n. 208).

Le novità principali relative all’ IMU ed alla TASI sono le seguenti:

IMU e TASI - comodato gratuito solo se registrato: Lo Stato ha uniformato il trattamento degli immobili concessi in uso gratuito, fino ad oggi normata dai regolamenti comunali, eliminando quanto era in vigore fino al 31/12/2015. La norma prevede la riduzione della base imponibile del 50% solo per le unità immobiliari (escluse A/1, A/8 e A/9) concesse in comodato dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado (genitore-figlio e viceversa) che le utilizzano come abitazione principale. Devono però essere soddisfatte contemporaneamente le seguenti condizioni:

-          il contratto deve essere registrato;

-          il comodante deve possedere un solo immobile ad uso abitativo in Italia, oltre a quello posseduto a titolo di abitazione principale (escluse A/1, A/8 e A/9) e pertinenze (al massimo una per categoria catastale C2, C6, C7);

-          il comodante deve risiedere anagraficamente e dimorare abitualmente nello stesso comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato.

Il possesso di altre tipologie d’immobile (es.: terreni agricoli, aree edificabili o capannoni, ecc.) non esclude la possibilità di usufruire della riduzione.

Per usufruire della riduzione il soggetto passivo, dopo la registrazione del contratto, deve presentare comunicazione IMU all’Ufficio Tributi.

IMU - Terreni agricoli: esenzione per i terreni nei comuni riportati nella circolare Giugno/1993 come montani o parzialmente montani (in caso di parziale delimitazione - PD - l'esenzione vale solo per i terreni nelle zone parzialmente delimitate). Sono inoltre completamente esentati i terreni di proprietà e condotti da C.D. e I.A.P. con iscrizione previdenza agricola e i terreni agricoli nelle isole minori. La detrazione di Euro 200,00 introdotta per il 2015 viene eliminata e viene eliminata l'esenzione per i terreni agricoli concessi in fitto o comodato da CD o IAP ad altri CD o IAP.

TASI - Abitazione principale: Per il 2016, l’abitazione principale è esente dalla TASI. Sono altresì esenti dalla TASI gli occupanti/inquilini se questi ultimi hanno la residenza nell’immobile. Rimane invece in vigore la TASI per le abitazioni principali di lusso (A1, A8 e A9).

TASI altre abitazioni in caso di locazione (la norma è chiara e quindi la riportiamo così com’è): “Nel caso in cui l’unità immobiliare è detenuta da un soggetto che la destina ad abitazione principale, escluse quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, il possessore versa la TASI nella percentuale stabilita dal comune nel regolamento relativo all’anno 2015”.

TASI - Immobili Merce: viene introdotta la TASI sugli immobili merce (purché non venduti o locati) con aliquota all'1 per mille (con facoltà per il Comune di portarla al 2,5 per mille).

Esenzione IMU estesa agli immobili di cooperative edilizie a proprietà indivisa destinate a studenti universitari soci assegnatari, anche in deroga al richiesto requisito della residenza anagrafica.

IMU e TASI - Immobili locati a canone concordato: l’imposta è ridotta al 75 per cento.

 

La novità principale relativa alla TARI è:

TARI - nuova riduzione utenze non domestiche: per effetto dell’introduzione dell’obbligo per i comuni dell’applicazione del D. Lgs. N. 152/2006, viene istituita una riduzione della tariffa per le utenze non domestiche che effettuano il compostaggio aerobico individuale per residui costituiti da sostanze naturali non pericolose prodotti nell'ambito delle attività agricole e vivaistiche.

Accordo territoriale in attuazione della L. 431/1998

I.U.C. 2015

E' stato approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 agosto il Nuovo Regolamento per la disciplina dell'Imposta Unica Comunale.

NOVITA’ I.M.U. 2015

Con l'approvazione del nuovo Regolamento IUC, è stato introdotto il comma 3 all’art. articolo 10.B (Assimilazioni) che recita:

“Il Comune considera altresì adibita ad abitazione principale l’unità immobiliare concessa in comodato dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado che la utilizzano come abitazione principale; l’agevolazione opera limitatamente alla quota di rendita risultante in catasto non eccedente il valore di euro 400,00=; in caso di più unità immobiliari, la predetta agevolazione può essere applicata ad una sola unità immobiliare.

Per usufruire dell’assimilazione all’abitazione principale il possessore dovrà presentare apposita dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi del D.P.R. 445/2000, attestante il possesso dei sopraccitati requisiti, entro e non oltre il 16 dicembre dell’anno di imposta."

I.U.C. 2015

Rimane sempre la valida la possibilità di effettuare il calcolo degli importi dovuti inserendo manualmente gli immobili.

I.U.C. 2014

Con la Legge n. 147/2013 è stata introdotta la I.U.C. (IMPOSTA UNICA COMUNALE) la cui entrata in vigore è prevista per tutti i Comuni italiani a decorrere dall’anno 2014.

Di seguito trova alcune indicazioni per chiarire la composizione dell’imposta e le relative modalità di pagamento:

 

La nuova I.U.C. comprende al suo interno TRE componenti autonome denominate TARI, TASI e IMU:

  1. La TARI (Tassa Rifiuti)

Copre al 100% il costo del servizio di igiene urbana (raccolta “porta a porta” e smaltimento rifiuti, spazzamento strade e svuotamento cestini) e dovrà essere pagata in 4 rate: i modelli di pagamento F24 verranno inviati direttamente a casa da parte del Comune.

La TARI sostituisce le precedenti tasse denominate prima TIA e poi TARES: a differenza dello scorso anno, non è più dovuta la quota di 0,30 €/mq (denominata RES).

  1. La TASI (Tributo sui Servizi)

Copre parte dei servizi indivisibili dei Comuni e grava su TUTTI gli IMMOBILI, ad eccezione dei terreni agricoli.

Per l’abitazione principale è previsto un unico versamento entro il 16 dicembre 2014, per gli altri immobili le scadenze sono 16 ottobre 2014 (ACCONTO) e 16 dicembre 2014 (SALDO).

  1. L’IMU (Imposta Municipale propria)

Grava su TUTTI i proprietari di immobili DIVERSI dall’ABITAZIONE PRINCIPALE e prevede, in via ordinaria, il pagamento dell’acconto da versare entro il 16 giugno e del saldo da versare entro il 16 dicembre.

Sono state confermate le aliquote in vigore nell’anno 2013.

 

Per il calcolo dell’importo dovuto per la TASI e per l’IMU è possibile avvalersi del calcolatore presente sul sito del Comune (www.comune.gradisca-d-isonzo.go.it),  oppure rivolgersi ai Centri di Assistenza Fiscale  (CAAF) o agli Uffici Comunali munendosi di una visura catastale aggiornata.

 

 

 

TARI, TASI, IMU: TUTTE LE INFORMAZIONI
TIPO DI TRIBUTO QUANDO SI PAGA? TARIFFE, ALIQUOTE, ESENZIONI ED AGEVOLAZIONI PER INFORMAZIONI CODICI TRIBUTO
TARI Si pagherà in QUATTRO RATE con modello F24 INVIATO DIRETTAMENTE A CASA Sono previste le seguenti fasce di riduzione:

ISEE inferiore a € 7.500,00 riduzione tariffa del 30% ISEE da € 7.501,00 a € 11.000,00 riduzione tariffa del 10%

La domanda dovrà essere presentata entro il 30/09/2014
ORARIO:
LUNEDI e MERCOLEDI ore 16:00 - 17:30
MARTEDI e GIOVEDI ore 10:30 - 12:30
3944 TARI TASSA SUI RIFIUTI
TASI Per l'abitazione principale è previsto un UNICO VERSAMENTO entro il 16 dicembre.
Per tutti gli altri immobili le scadenze sono 16 ottobre (ACCONTO) e 16 dicembre (SALDO).

Il pagamento si effettua con modello F24
Abitazione principale: aliquota 2‰
Altri Immobili, aree edificabili: aliquota 1,8‰.
Fabbricati rurali ad uso strumentale (D/10): aliquota 1,00‰

Nel caso l’unità immobiliare sia occupata da un soggetto diverso dal proprietario, il tributo è dovuto nella misura del 30% dall’utilizzatore e del 70% dal possessore.

E’ prevista l’esenzione per i nuclei familiari con ISEE fino a € 9.000,00=.
ORARIO:
MARTEDI e GIOVEDI ore 10:30 - 12:30

ORARI DAL 16 SETTEMBRE AL 16 OTTOBRE E DAL 24 NOVEMBRE AL 16 DICEMBRE:
DA LUNEDI A VENERDI ore 9:00 - 12:30
con VISURA CATASTALE AGGIORNATA
3958 TASI ABITAZIONE PRINCIPALE
3959 TASI FABBRICATI RURALI AD USO STRUMENTALE
3960 TASI AREE EDIFICABILI
3961 TASI ALTRI FABBRICATI
IMU Le scadenze sono 16 giugno (ACCONTO) e 16 dicembre (SALDO).

Il pagamento si effettua con modello F24.
L'abitazione principale è esente (tranne nel caso sia di categoria A1, A8, A9).
Abitazione principale di cat. A1, A8, A9: aliquota 4‰ e detrazione di 200 Euro.
Altri immobili, terreni, aree edificabili: aliquota 7,6‰.
ORARIO:
MARTEDI e GIOVEDI ore 10:30 - 12:30

ORARI DAL 16 SETTEMBRE AL 16 OTTOBRE E DAL 24 NOVEMBRE AL 16 DICEMBRE:
DA LUNEDI A VENERDI ore 9:00 - 12:30
con VISURA CATASTALE AGGIORNATA
3912 IMU ABITAZIONE PRINCIPALE
3914 IMU TERRENI AGRICOLI
3916 IMU AREE EDIFICABILI
3918 IMU ALTRI FABBRICATI

Istanza agevolazione TARI

Si informano i cittadini che dal 1° gennaio 2015, tutti i modelli ISEE, indipendentemente dalla data della loro compilazione, non avranno più validità e sarà necessario riformulare il modello secondo le nuove normative (D.P.C.M. 5.12.2013 n. 159 ; decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali 7.11.2014 pubblicato nella G.U. n. 267 del 17.11.2014 S.O. n. 87).

Pertanto, le attestazioni ISEE rilasciate secondo la normativa previgente rimarranno valide ai fini delle agevolazioni già concesse fino alla data del 31.12.2014: per la richiesta di nuove prestazioni o agevolazioni per l'anno 2015 gli interessati dovranno recarsi presso i presso i CAF (Centri di Assistenza Fiscale) ed utilizzare il nuovo modello di D.S.U. (Dichiarazione Sostitutiva Unica)  allegato al decreto ministeriale più sopra citato. La nuova DSU può essere presentata anche all’INPS in via esclusivamente telematica collegandosi al sito Internet www.inps.it.

Informativa IUC 2014

Per il calcolo dell’importo dovuto è possibile avvalersi del calcolatore cliccando sul link sotto riportato.

TASI 2014

*         Aliquota Abitazione principale e relative pertinenze classificata nel gruppo catastale “A” e relative pertinenze (nella misura massima di una unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali C/2 C/6 C/7);

2,0 per mille

*         Aliquota per i Fabbricati rurali ad uso strumentale dell’attività agricola sia in categoria D/10 oppure classificati in altre categorie catastali con annotazione di ruralità;

1,0 per mille

       Aliquota per tutte le altre tipologie impositive diverse da quelle precedenti:

-         immobili gruppo catastale A non abitazione principale e categorie C/2, C/6, C/7 non pertinenza;

-         immobili categoria C/1, C/3, C/4 e C/5;

-         immobili gruppo catastale B e D (con esclusione categoria D10 rurali strumentali)

-         fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita fintanto che permanga tale destinazione non siano in ogni caso locati.

1,8 per mille

*         Aliquotaper le aree edificabili

1,8 per mille

E' prevista l'esenzione dal tributo TASI per i nuclei familiari con indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) inferiore ad Euro 9.000,00.

 

Si ricorda che, nel caso l’unità immobiliare sia occupata da un soggetto diverso dal proprietario, il tributo  è dovuto nella misura del 30% dall’utilizzatore e del 70% dal possessore.

 

IMU 2014

Sono state confermate le aliquote in vigore nell’anno 2013, come di seguito riportate:

        Aliquota ordinaria o di base nella misura

0,76 per cento

        Aliquota ridotta per abitazione principale e relative pertinenze (max n.1 (una) unità per categorie C2, C6 e C7) nella misura dello

 

0,4 per cento

        Aliquota immobili non produttivi di reddito fondiario nella misura dello

 

0,76 per cento

 

E' confermata la detrazione di base previste per l’abitazione principale (di categoria A1, A8, A9), nella misura di Euro 200,00.=

Comunicato da Agenzia Entrate: inizio trasmissione dichiarazione Imu/Tasi no-profit

L’Agenzia delle Entrate avverte che gli enti non commerciali possono dare il via alla trasmissione online della dichiarazione Imu/Tasi relativa agli anni 2012 e 2013, essendo stati aperti, dal 21 ottobre, i canali telematici Entratel e Fisconline dell’Agenzia, che organizzazioni e associazioni no-profit devono utilizzare (direttamente o tramite intermediari abilitati) per l’invio dei dati.